Stiamo traducendo gli presentazioni di AAB in diverse lingue per renderli disponibili su questa pagina. Per conoscere l'ultimo presentazioni tradotto: Presentazioni di Alice Bailey

02 dicembre Il gruppo inizia a studiare la Regola 3. Dai commenti del Tibetano sulla Vita, la Sensibilità e la Creatività, la discussione si orienta sull’importanza del «centro luminoso» nella Regola (Shamballa). Il gruppo, che risponde al Proposito, protegge l'iniziato, sensibile al Piano, dalla schiacciante Potenza di Shamballa. Questo porta ad una discussione delle due divisioni all’interno dei Membri del Consiglio di Shamballa: coloro che hanno la capacità di registrare il Proposito e quelli che sono i Custodi della Volontà. Si discute anche come i Loro ruoli possano essere riflessi sugli iniziati e sui discepoli.[in italiano]
26 novembre AAB legge il commento del Tibetano a una parte della Regola 2 e avvia un dibattito su tre punti importanti: la protezione che il discepolo riceve da parte del Ashram, le tre principali richieste avanzate dal discepolo e il significato delle parole «continuare ad avanzare».[in italiano]
19 novembre L'incontro inizia continuando il tema dell'ultima riunione, la Parola Sacra. AAB confessa che lei non considera che l'uso di Essa sia qualcosa di pratico e chiede l'aiuto dei suoi studenti e colleghi. Continua a leggere le nuove pagine scritte dal Tibetano (nuove al momento) sulla Regola 2 per l'iniziazione di gruppo. Due temi emergono: vedere la vita in termini di insiemi sempre più grandi e realizzare il lavoro da gruppo a gruppo e non da individuo a individuo. Il gruppo si occupa del significato più profondo del lavoro del discepolo avanzato: visualizzare l’Anima al controllo dei centri di energia, invece di ricadere nel lavoro dell’aspirante (il controllo di mente, emozioni e corpo fisico). La chiave è nella comprensione del ruolo unico della sostanza eterica.[in italiano]
12 novembre La conversazione prosegue con la prima frase della Regola: «La parola ora è stata emessa...» L’argomento questa volta è più difficile, anche per AAB: la Parola Sacra. Il testo di DK elabora in profondità la distinzione tra AUM ed OM e poi analizza il passo successivo: il Suono. Questo stimola una delle discussioni più interessanti fino a quel momento, con particolare attenzione alla natura creativa del Suono, l'uso efficace della Parola Sacra e l'importanza della formazione vocale per l'uso creativo della parola e del suono. Impariamo inoltre che entrambi AAB e RK avevano studiato canto e che a causa della struttura delle terminazioni nervose della faringe, il canto può «trasportare verso i regni superiori».[in italiano]
05 novembre In questo incontro AAB inizia leggendo la Regola 2. Si discute il significato della tensione spirituale, poi AAB si sofferma sul confronto di DK tra il significato della Regola 2 per gli aspiranti e per i discepoli, provocando una vivace discussione nel gruppo. La tensione è evidenziata come un elemento importante per aiutare gli studenti a superare i loro blocchi negli studi esoterici. Foster Bailey fa un forte appello per raccogliere fondi per la gerarchica e spiega come sia possibile ottenerli attraverso i punti di tensione, la visualizzazione e l’utilizzo della volontà. Le sue parole hanno un effetto galvanizzante sul gruppo.[in italiano]
29 ottobre In seguito alle osservazioni del Tibetano sulla Regola 1, questa discussione sembra raggiungere un livello di concentrazione più rispetto alle precedenti. Forse è perché i partecipanti trovano le idee principali di DK (la chiara luce fredda, il Terreno Ardente, il Guardiano della Soglia e l'Angelo della Presenza), suggestive e misteriose. Il dibattito è particolarmente intenso in relazione al fatto che questi passaggi influenzino il gruppo e non solo il singolo discepolo.[in italiano]
22 ottobre L’incontro prevede la lettura dei commenti e riassunti che il Maestro DK presenta sulle Quattordici Regole. Qui Egli affronta la seguente questione fondamentale: Che cosa è l'iniziazione di gruppo? La risposta porta AAB a considerare le ragioni che hanno spinto alcuni studenti a lasciare la Scuola Arcana durante la guerra. AAB esprime inoltre il suo senso di fallimento per quanto riguarda l'utilizzo della seconda parte della Grande Invocazione da parte della scuola, questo insuccesso sarebbe il risultato di non aver mantenuto un punto «di massima intenzione» «L’abbiamo utilizzata perché volevamo obbedire», aggiunge, «e questo non è il modo giusto per ottenere dei risultati». DK presenta tre modi di interpretare le regole che sfidano il gruppo e questo mantiene l’attenzione ad un livello più elevato del solito. [in italiano]
15 ottobre Utilizzando il commento di DK alla Regola 1, questo incontro si muove in due direzioni: in prima istanza analizzare che significato pratico si articola nell’affermazione che l'atteggiamento degli aspiranti all'iniziazione deve essere quello del Proposito governato dalla ragione pura e portato a termine nelle attività spirituali. In seconda istanza, AAB si chiede come si può vivere una vita evocatrice. Queste considerazioni avvengono nel contesto della dichiarazione: «quando la vita è fondamentalmente evocatrice, allora avviene l'evocazione della volontà». La conversazione si conclude con una considerazione sulla potenza relativa della Buona Volontà e sul male nel contesto della guerra mondiale allora in corso. [in italiano]
08 ottobre La conversazione prosegue con la Regola 1 per l'iniziazione di gruppo. Si tratta della terza frase e il gruppo cerca di articolare le immagini della «chiara luce fredda» e del «terreno ardente» per addentrarsi a considerare come ogni territorio conquistato dal lavoro spirituale è in realtà «più freddo e più chiaro» di quello precedente. L'iniziazione, il proposito del gruppo e il contatto con l'energia spirituale (in contrasto con l'energia dell'Anima) dominano la discussione. [in italiano]
01 ottobre La grande domanda che caratterizza questo incontro è: Qual è il proposito interiore di questo gruppo? Durante l’incontro AAB guida e approfondisce il pensiero del gruppo su questo tema, ammettendo che lei stessa non sa la risposta. Il gruppo considera nel suo complesso la Regola 1 e gli insegnamenti di DK, cercando di comprendere quale potrebbe essere la risposta. Nel tentativo di funzionare come un gruppo invocatore, si produce una delle discussioni più focalizzate realizzate fino a questo momento. [in italiano]
24 settembre Basando la discussione sulla Regola 1, AAB parla del significato dell’iniziazione, in particolar modo in relazione ai gruppi. Si sottolineano, inoltre, i sacrifici che comporta il lavoro nell'Ashram di un Maestro. Si discute l’idea del «terreno ardente» ed i partecipanti si sforzano di mettere in parole l'obiettivo del gruppo della scuola. [in italiano]
17 settembre AAB e il gruppo iniziano una nuova serie di incontri sulle 14 Regole per l'iniziazione di gruppo che DK stava trasmettendo a AAB al momento. Il materiale introduttivo è utilizzato come base per la diagnosi e la correzione di alcuni problemi della Scuola Arcana in quel periodo. [in italiano]